Quickribbon Occhio su Roccella: Ad ognuno i "carusi" suoi!
_@_OcchiO su Roccella _@_ Scelti per Voi: Camilla che odiava la politica - Autore: Luigi Garlando - Casa editrice: Rizzoli. - (Camilla ha dodici anni e vive in un paese di provincia insieme al fratellino e alla mamma. Il papa, in passato braccio destro del Primo Ministro, non c'è più: si è suicidato in carcere sei anni prima, dopo essere stato accusato ingiustamente di corruzione. Da allora Camilla odia la politica e tutto ciò che ha a che fare con essa. Ma un giorno in paese arriva un barbone, che prima la aiuta a ribellarsi a un gruppo di bulli della sua scuola, e poi, piano piano, le insegna che cosa sia la politica, quella vera, quella a cui il suo papa aveva dedicato tutto se stesso. E grazie a quelle lunghe chiacchierate Camilla impara a far pace con la politica e con il mondo, quello dentro di sé e quello in cui vive.)

AdnKronos News

mercoledì, febbraio 15, 2006

Ad ognuno i "carusi" suoi!

Questa sotto è la mail che stiamo facendo girare tra tutti i calabresi per dimostrare il Nostro dissenso verso la scelta di Rifondazione Comunista di candidare in Calabria Caruso. Quello che Vi chiediamo è di inoltrarla anche Voi, con la speranza che qualcosa si muova e venga ritirata questa assurda candidatura. Non Vi chiediamo un voto, non Vi chiediamo neanche un non-voto ma solo un momento di riflessione per la Vostra coscienza civile, un gesto di civiltà per una terra che ne ha veramente bisogno.





Caro Amico/a,

Se ricevi questa mail è perché non ti chiediamo soldi, né beneficenza, ma SOLO 1 MINUTO! per leggerla e, se vorrete, girarla ai Vostri amici.


IL 9 APRILE saremo chiamati come cittadini, come Calabresi, a scegliere il nuovo governo del paese, ma soprattutto i NOSTRI rappresentanti, coloro che dovranno rappresentare la Calabria e "fare i suoi interessi". E' inutile ricordare i TROPPI problemi che attanagliano la nostra regione e il nostro futuro, li conosciamo bene, li viviamo e cerchiamo di affrontarli giornalmente.

Quello su cui ti chiediamo di riflettere è un fatto GRAVE!

Per un gioco politico destinato ad accontentare tutti i partiti della coalizione e ad assegnare collegi “sicuri” ai singoli partiti, nella lista di Rifondazione Comunista in un collegio della Calabria è stato inserito, probabilmente come capolista, uno dei canditati più discussi all’interno di tutta la coalizione di centrosinistra, Francesco Caruso.

Forse il nome non vi dice niente, ma ve lo vogliamo far conoscere noi.

Francesco Caruso è soprattutto uno dei protagonisti dell'attivismo mediatico italiano, di quella componente del movimento No Global che vuole utilizzare le tecnologie informatiche e il Web come strumenti di controinformazione e di opposizione al servizio dei valori e delle battaglie di questo movimento.
Caruso ha sempre sostenuto che l'attivismo mediatico da solo non basta e si è quindi impegnato sempre in manifestazioni di piazza.
Il 15 Novembre 2002 insieme ad altre 19 persone è stato arrestato come fiancheggiatore dei Black Block, dopo i tragici fatti del G8 di Genova.
Di recente in varie interviste ha sostenuto di non sentirsela di condannare i KAMIKAZE, e di voler "espropriare" la barca dell'On. D'Alema per aiutare i disoccupati.... Probabilmente non un santo non credete, ma sicuramente un "pagliaccio"? Lungi da noi però fare i giudici, ognuno può farsi una proprio idea ma quello che non accettiamo e non riusciamo a capire perché è stato mandato proprio in Calabria, non potevano candidarlo a Napoli?
Nessuno ha potuto dire e fare niente affinché questa candidatura non fosse presentata?

NOI NON CI SENTIAMO E NON CI POSSIAMO FAR RAPPRESENTARE IN PARLAMENTO DAL SIG. CARUSO.

Nel nostro blog abbiamo sempre cercato di essere politicamente super partes, ma in questo caso sentiamo l’obbligo morale di far conoscere le nostre idee.

NOI CARUSO NON LO VOTIAMO.
NOI CARUSO NON LO VOGLIAMO.

Da questo momento partirà una campagna anti-Caruso e vi chiediamo il vostro aiuto, NON VOTATE CARUSO.
Non possiamo dirvi di non votare Rifondazione, ma sappiate che se lo fate automaticamente il vostro voto andrà a lui.
Vi volete sentire colpevoli di mandare in Parlamento un tizio che ha definito”gente pessima” il ROS e dichiarato che appena verrà eletto proporrà di sciogliere questo reparto dei carabinieri?
Io non voglio prendermi questa responsabilità e credo neanche voi.
Fra gli addetti ai lavori è dato come sicuro prossimo onorevole, ma non hanno fatto i conti con la nostra volontà.
Fate anche voi come noi.

NOI CARUSO NON LO VOTIAMO.
NOI CARUSO NON LO VOGLIAMO.


(Per maggiori info. http://occhiosuroccella.blogspot.com/2006/02/ad-ognuno-i-carusi-suoi_12.html)

Se hai un sito inserisci anche tu l'immagine con il link a questa pagina,
basta inserire nella pagina del tuo sito il seguente codice:





11 commenti:

pIcIaRo ha detto...

Per chi ancora non l'avesse capito, Il disobbediente Francesco Caruso, candidato di Rifondazione comunista alla Camera, è un latifondista milionario.

La visura catastale su terreni e fabbricati intestati al leader dei no global meridionali Francesco Saverio Caruso, è lunga sette pagine.

Nei comuni calabresi di Longobucco, Calopezzati, Corigliano Calabro, nel Cosentino, il giovane no global è un padrone a cui dare del voi. Ha proprietà, immobili e terre, per un valore enorme. Sei appezzamenti tra terreni da pascolo e uliveti in località Calopezzati. Una frazione di un vasto agrumeto a Corigliano Calabro, metà proprietà di due terreni da 15 e 9 ettari a Longobucco, dove possiede anche una frazione di due appartamenti di 5 locali. Nella sua rendita catastale figurano poi altri 35 terreni (vigneti,uliveti e pascoli) sempre a Longobucco. Tra cui un uliveto di 54 ettari e un altro di 60, un querceto di 22 ettari, un frutteto di 38 ettari, poi pascoli e campi a perdita d'occhio.


NOI CARUSO NON LO VOGLIAMO,
NOI CARUSO NON LO VOTIAMO!!!

Anonimo ha detto...

ho scoperto da poco il blog,vi faccio i compliemnti per l´iniziativa, io sono roccellese ma vivo da qualche anno ad amsterdam.
Ma riguardo Caruso sincermanete sono totalmente in disaccordo. lo conosco poco anche se ne ho sentito parlare, non sono per lui ma mi chiedo: perché sprecare tutta questa energia nel combattere una candidatura di una persona in calabria??? e poi se si fosse candidato in lombardia al posto della calabria non sarebbe stato lo stesso? mi sa piu'di risentimento personale.....non sarebbe meglio concentrarsi sul problema, quello grosso, di berlusconi?? che voi CARUSO non lo votate e non lo volete é una consideraione personale, ma fare petizioni, invitare a non votare un persona mi sembra energia sprecata che potrebbe invece essere investita nello spiegare ai tanti giovani calabresi cosa significa avere un individuo come berlusconi per i prossimi 5 anni a governare in italia. Quando leggo sui giornali olandesi "berlusconi show tutte le sere", "in italia marjuana=eroina","legge far west approvata in italia" o "falso in bilancio depenalizzato in italia" sinceramente mi vergogno tanto.
Ciao,
Sergio

the saint ha detto...

Ciao Sergio, intanto voglio esprimere il parere di tutto la staff nel ringraziarti per la "visita" al nostro blog.
Vorrei poi risponderti; con tutta franchezza il blog nasce da un'idea di Piciaro che intendeva, e ancor ora intende, far conoscere le problematiche politico-sociali del nostro territorio (che purtroppo non sono poche); da qui il nostro impegno contro la candidatura di Caruso.
Come forse hai visto, con i nostri post cerchiamo di non schierarci più di tanto politicamente, e da qui la scelta di non interessarci direttamente di Berlusconi, e i problemi che potrebbero derivare da una sua eventuale rielezione.
Il nostro non è un risentimento nei confronti di Caruso, ma nei confronti di una persona che reputiamo non all'altezza nel rappresentare una regione con tanti problemi economici-sociali-strutturali radicati nel tempo e di difficile risoluzione.
Anche io credo che il problema grosso in questo momento sia Berlusconi, e non abbiamo esitato un attimo nel criticarlo quando per esempio ha varato una legge finanziaria che portava dei peggioramenti per i trasporti in Calabria, ma credo anche, e te lo dico da ragazzo con idee molto lontane da quelle del Premier, che bisogna criticare anche i rappresentati della propria fazione politica quando non fanno delle scelte che possono portare dei miglioramenti alla popolazione.
E secondo me la candidatura di Caruso è una di queste.
Forse la mia è un'utopia ma credo che si possa far politica anche criticando il partito o la coalizione per la qule si vota.
Spero che tu ripassi a trovarci, e che tu possa capire le nostre idee.

pIcIaRo ha detto...

Hai detto tutto tu Saint....

Sergio torna a trovarci e vedrai che non ce l'ho con Caruso, o meglio non "solo" con Lui, ma con tutti i politici che "infangano" la Calabria, la Locride e a volte anche Roccella stessa.

Un saluto.

Anonimo ha detto...

Ti arroghi di usare frasi come " noi calabresi vogliamo...", " in realtà non sapete che caruso è milionario" che sono intrise di popolusimo spicciolo.
Sappi che ci sono Calabresi, si con la C maiuscola, Roccellesi anche che sono attenti quanto, o forse più di te alle tematiche sociali, che sostengono la candidatura di Caruso in quanto espressione di una società civile che si ribella alla politica di quartiere dettata dalle logiche di scambio che tu conoscerai.
Caruso fiancheggiatore di Black Block? Non sai quello che dici, ho visto con i miei occhi Caruso a Roma organizzare la sicurezza interna dei movimenti contro l'intrusione dei Black Block.
Caruso dopo Genova è stato assolto, i vertici della Polizia no.
Continui a non sapere quello che dici quando attribuisci a Caruso l'idea dello scioglimento dei ROS, idea da tempo nell'agenda politica di tutta l'UNIONE.

Concordo che la candidatura di Caruso è un fatto grave, nel senso della pesantezza, dell'importanza, è una gravità NECESSARIA.

Abbi l'umiltà di non definire " NOSTRA VOLONTA'" l'opinione tua e di pochi altri.

E un consiglio...contrasta le idee di Caruso con le argomentazioni, non con le chiacchiere di quartiere. C'è una Calabria diversa da questa, e parte proprio da vicino casa tua, da Locri.

pIcIaRo ha detto...

Caro anonimo,
Quello che ho scritto sono "FATTI" (tutti virgolettati!) non chiacchiere di quartiere e visto che il tuo amico Caruso non le ha mai smentite le tengo per vere (compresa quella che i ROS sono “gente pessima”).

Non credo di essere l'unico a pensarla così su Caruso, se ho scritto quello è perché all'interno di Rifondazione Comunista stessa c'è non poco imbarazzo per questa candidatura e molti miei amici di quel partito, se proprio vuoi saperlo, mi hanno confidato che non voteranno Rifondazione proprio per questo motivo.
E comunque caro anonimo forse non hai letto bene il mio post, perché mi metti in bocca cose che non ho detto, anzi ho proprio scritto che ognuno è libero di votare chi vuole (e ci mancherebbe pure) però è anche vero che DEVE sapere chi vota e tu sai bene che con il nuovo sistema il voto lo dai al partito non alla persona!

La tua arroganza comunque non mi meraviglia, non mi sono mai posto come unico paladino della società civile, anzi se mai il contrario, ho sempre cercato voci diverse dalla mia anche contrastanti sempre però che siano voci civili, concrete, reali e democratiche. La demagogia e il populismo stai tranquillo che non hanno casa in questo blog.

Ti ringrazio della tua testimonianza, se la prossima volta ti firmi, magari è meglio perché noi non siamo abituati in questo blog ad avere ospiti anonimi o incappucciati...

Grazie di cuore!
Dott. Domenico Bova

Ing. Francesco Barreca ha detto...

Caro dott. Bova,

mi interessa portare avanti questo dibattito con te, perchè individuo ancora una volta, nella tua risposta come nel tuo blog, elementi che mi disturbano in quanto membro di quella società civile che tu intendi così tenacemente difendere ( sia chiaro è un grosso merito).

Gli elementi te li vado di seguito ad elencare:

1) Una certa ipocrisia a dire " per me la gente può votare chi vuole, non ho detto di non votare Caruso", e al contempo aver pubblicato un post con scritto
" NOI CARUSO NON LO VOTIAMO.
NOI CARUSO NON LO VOGLIAMO...
" Da questo momento partirà una campagna anti-Caruso " .

2)Le campagne - anti - quelle che intendono bloccare la candidatura di qlcn, appartengono a una concezione dello stato, della politica e della vita pubblica, di regime, di quale regime lo sai meglio di me, e visto che odi gli estremismi, non capisco come puoi volere una non-candidatura.

3) Etichetti come "FATTI" pure e semplici chiacchiere. Non so quali siano stati i tuoi studi, i miei mi permettono di affermare che è "fatto", tutto ciò che ha evidenza sperimentale e scientifica, nella concezione galileana dello scibile.
Una non smentita non è una conferma di un "fatto":
Tu puoi dire che ho rubato, sei tu a doverlo dimostrare, non io a doverlo smentire.
Non è quindi un " fatto" che all'interno di Rifondazione ci sia imbarazzo per la candidatura di Caruso, è sostenuta da Bertinotti, Vendola e dalla maggioranza del partito.

4) Mantieni nella tua risposta un certo linguaggio provocatorio forse, da bulletto, da "piazza" che nulla ha a che fare con la politica a cui dici di appassionarti tanto.
Non ti fai la ragione in un dibattito definendo Caruso " mio amico", nè dicendo che " la gente deve sapere chi vota", credi ho fiducia nella gente, sa bene dove sta andando e che cosa vuole, e se non c'è stato nessun sollevamento popolare contro la candidatura di Caruso un motivo deve pur esserci.
L'ospite del tuo blog non è anonimo nè incappucciato, ha una identità, cammina senza chinare il capo, e alla luce del sole.

5) Citi l'Analfabeta Politico di Bertold Brecht, e poi ti inorgoglisci e gonfi il petto a definire il tuo blog politicamente super partes. Perchè? Non è questo l'incappucciamento di cui mi accusavi, non è un nascondersi dietro al dito?
Nello schierarsi, nel manifestare le proprie idee politiche, se supportate da coerenti ragionamenti non c'è niente di male.

In ultimo, senza alcuna arroganza ( mi dispiace se hai avvertito questo nel mio commento, voleva essere tutt'altro), vorrei consigliarti una canzone di Gaber che forse conoscerai DESTRA-SINISTRA.

Cordiali saluti,
Ing. Francesco Barreca

pIcIaRo ha detto...

1) Quel Noi rappresenta una dichiarazione di voto mia e di quelli che con me hanno iniziato questo blog. Il messaggio non è diretto a influenzare nessuno, è una semplice dichiarazione di voto con un invito a riflettere NON su un voto ma su una candidatura cosa ben diversa.

2) Sarà una definizione sui generis di estremismo la mia, ma in questa ci metto dentro tanto Gaetano Saya che Marco Ferrando, tanto Caruso che Adriano Tilgher, per me sono tutti estremisti, ma lei è libero di non condividere questa mia opinione.

3) Non c'è bisogno di scomodare Galileo, né la scienza, non c'è bisogno di paroloni e i miei studi non si preoccupi che me li sono fatti anche se per definire cosa sia un fatto non credo ci sia bisogno di essere laureati; se più di un giornale riporta un virgolettato o un'intervista di Caruso dove lui DICHIARA alcune cose, beh per me quello è un fatto (anche per la magistratura) e se non smentito resta un fatto.
3.2) La candidatura di Caruso ha detto bene è sostenuta da Bertinotti e Vendola, ma all'interno del partito regionale non è molto sostenuta, non sono chiacchiere sono persone con cui ho parlato e mi hanno chiaramente assicurato che loro questa volta non seguiranno il partito, ma molti giornali locali hanno riportato testimonianze del genere, se vuole le cerco gli articoli e glieli mando, anche se non sono fatti sono opinioni di giornalisti, li metta come vuole Lei.

4) Nella mia risposta non credo di aver usato nessun linguaggio da "bullo" e se per caso Lei si sentisse offeso da questo linguaggio le porgo le mie scuse, ma se Lei non si era firmato la colpa non è mia.
La politica è fatta anche di provocazioni che restano tali e non s'è mai offeso nessuno finché non cadono ovviamente nell'offesa o nella diffamazione, ma non credo sia questo il caso. Sono contento che l'ospite del mio blog abbia un nome e un cognome, e mi complimento perché dice di camminare senza chinare il capo alla luce del sole (non lo dico in tono sarcastico, credo non siano parole da poco per un calabrese e un locrideo, se non ho capito male).

5) Beh non ho mai negato di avere una mia idea politica, la manifesto apertamente e la vivo nella mia vita, ma il blog non è nato come mio spazio di sfogo politico, ci sono altri ragazzi che scrivono e abbiamo sempre cercato (credo lo possano testimoniare anche loro) di mantenere uno sguardo super partes nel commentare gli eventi o i fatti politici. Non è per paura di manifestare le proprie idee o per nascondersi, ma credo molto più semplicemente che essendo il blog rivolto a ragazzi che si affacciano sul mondo della politica e del sociale, sia giusto che possano trovare, quanto più è possibile, un poco di oggettività nel trattare le cose. (lungi dal definirmi oggettivista, ma ci provo!).

Riascolterò la canzone volentieri, mi auguro comunque che continui a seguirci anche Lei, anzi le dirò di più se volesse scrivere anche Lei le mando l'invito a partecipare la mia mail è staff.occhiosuroccella@email.it ...


Cordiali Saluti,
dott. Domenico Bova

the saint ha detto...

Condivido in pieno le idee di Domenico, sono stato il primo a postare contro la candidatura di Caruso, e mi sento chiamato in causa.
E' chiaro che con il NOI non volevamo rappresentare l'intera Calabria, ma solo le idee di chi cura questo blog.
La nostra campagna -anti- non può essere certo paragonata alle campagne del regime, noi volevamo solo far sapere che votando il simbolo, automaticamente il voto sarebbe andato a questo candidato.
Siamo contenti che ci sia una "Calabria diversa" vicino casa nostra, ma non credo che questa parte della Calabria si senta rappresentata da Caruso, se così fosse mi consenta di farle conoscere il mio disappunto.
E' vero che vicino a casa nostra sta nascendo qualcosa di nuovo ma il populismo spicciolo la fa da padrone anche da quelle parti, non voglio sembrare spocchioso, o portatore di chissà quale verità, ma credo che quello che si sta vedendo attualmente, lungi dall'essere vicino all'immagine data dai ragazzi che hanno sfilato con uno striscione bianco subito dopo la barbara uccisione di Francesco Fortugno, e ciò lo si evince da alcuni commenti e da alcuni forum (vedi blog "adesso ammazzateci tutti").
Con questo è chiaro che accettiamo le sue critiche, anche se continueremo anche noi a portare avanti le nostre idee e a camminare "senza chinare il capo alla luce del sole", poichè non accettiamo i giochi di potere che hanno portato alla candidatura di Caruso, e perchè vorremmo che la classe dirigente fosse all'altezza di una popolazione che sta cercando di migliorare la sua immagine e la sua condizione sociale.
Forse la politica non si fa in questo modo, e in questo le do ragione, ma ci creda quando diciamo che il nostro intento è solo quello di far conoscere la realtà, e non di fare politica.
Le nostre frasi, e anche il mio commento potrebbero sembrarLe intrise di populismo, ma è sempre meglio che usare un linguaggio di difficile comprensione ai più, o usare un manuale di diritto privato per dare una definizione di FATTO.
Infine Le rinnovo l'invito a partecipare a questo blog.

Distinti Saluti,
Donato Toscano

Ruggio ha detto...

Vi faccio i complimenti per il blog e sull'illuminante "analfabeta politico"
Però no....non posso assolutamente essere d'accordo su ciò che scrivete a proposito di Caruso e infatti vi invito a presentarvi a palazzo nieddu a locri domani dove ci sarà proprio Caruso a discutere con gli elettori...Avrete modo di conoscerlo meglio e soprattutto di non infangare il suo nome quando nella nostra calabria ci sarebbero migliaia di politici da deprecare...Caruso si è fatto portavoce di battaglie che hanno spinto versco maggiore partecipazione e richiesta di auto governo...Per favore, prima di spalare merda sulla gente informatevi anche da altri mezzi e non solo da fonti berlusconiane...!

pIcIaRo ha detto...

Caro Ruggio prima di tutto ti ringrazio per i complimenti, poi mi dispiace ma non posso essere oggi a Locri perché vivo e studio a Siena e mi viene un pochino lontano. Comunque Caruso l'ho già conosciuto nei miei anni (passati!) di militanza in RC e in varie manifestazioni e quindi ti posso assicurare che la nostra analisi sul candidato Caruso non parte da preconcetti oscurantisti e retrogradi o da giornali berlusconiani! La nostra resta un'opinione accettabile quanto la tua in una democrazia, quindi ti pregherei di non usare termini come "infangare il suo nome" o "spalare mer.." perché non è così, ci siamo solo attenuti ai fatti esprimendo un giudizio con toni pacati civili e educati.
Grazie della visita!