Quickribbon Occhio su Roccella: Roccella, esordio con vittoria!!!
_@_OcchiO su Roccella _@_ Scelti per Voi: Camilla che odiava la politica - Autore: Luigi Garlando - Casa editrice: Rizzoli. - (Camilla ha dodici anni e vive in un paese di provincia insieme al fratellino e alla mamma. Il papa, in passato braccio destro del Primo Ministro, non c'è più: si è suicidato in carcere sei anni prima, dopo essere stato accusato ingiustamente di corruzione. Da allora Camilla odia la politica e tutto ciò che ha a che fare con essa. Ma un giorno in paese arriva un barbone, che prima la aiuta a ribellarsi a un gruppo di bulli della sua scuola, e poi, piano piano, le insegna che cosa sia la politica, quella vera, quella a cui il suo papa aveva dedicato tutto se stesso. E grazie a quelle lunghe chiacchierate Camilla impara a far pace con la politica e con il mondo, quello dentro di sé e quello in cui vive.)

AdnKronos News

lunedì, gennaio 28, 2008

Roccella, esordio con vittoria!!!

R.P.: 8-13, 7-8, 17-12, 17-14

Roccella: Paviglianiti 14, Romeo, Saffioti 3, Maisano, Franco 28, Bleve, Tiani, Cappelleri, Frammartino 4, Monteleone.

Fortitudo: Laganà G. 11, Evoli 9, Cogliandro 9, Pezzimenti, Orlando 5, Cavallaro 1, Laganà F. 2, Benedetto 10.

Usciti per 5 Falli: Saffioti(R) e Benedetto(F)



Il Roccella getta il cuore oltre i numerosissimi ostacoli incontrati da settembre ad ora e batte all'esordio la Fortitudo Pellaro, con una prestazione poco lucida ma di grande determinazione.

Le difficoltà nel formare una squadra competitiva, i problemi logistici che hanno costretto i ragazzi guidati dal "vecchio" zio Tom ad esordire a Gioiosa anzichè nel rinnovato Palazzetto di Roccella sono state messe alle spalle, almeno per una sera, dalle bombe di Franco e Paviglianiti, dai rimbalzi di Saffioti e Cappelleri, dalla velocità del razzente Nick "The quick" Frammartino, dalla concretezza del "forestiero" Giuseppe Bleve detto Claudio, nonchè dalla partecipazione di tutti i ragazzi che, pur non essendo entrati, non hanno fatto mancare il loro apporto dalla panchina in attesa di poter dare il loro contributo anche in campo.

Non voglio affermare che questi ragazzi si stiano allenando da mesi con "pallette raccattate dal pattume", come direbbe un nostro amico giornalista locale, però è da dire quantomeno che lo stanno facendo all'aperto, nella vicina Caulonia, esposti alle intemperie e quindi senza alcuna continuità vista la cattiva stagione, aumentando i rischi di inforuni.

Il tutto aspettando e sperando che il nostro benedetto palazzetto, quello di cui si parlava in qualche post precedente per intenderci, sia dichiarato agibile...

Gli adulti, poi, "quelli della promozione", per diversi motivi hanno giocato assieme sì e no 2 partite amichevoli prima di sabato, in molti ci si è presentati direttamente prima della partita.

Insomma c'erano tutte le premesse per una figuraccia sonora, ed i primi minuti sembravano avvalorare questa ipotesi...poi fortunatamente è scattato qualcosa nelle teste dei giocatori, ed orgogliosamente abbiamo tutti risalito la china fino alla vittoria finale, da dedicare obbligatoriamente a Franco e Giovanna...

Domenica si ricomincia con nuove assenze (sicura quella di Cappelleri e probabile quella di Bleve), contro la squadra più forte del campionato...

Servirà un altro miracolo, e non è detto che non arrivi...





D.C.

2 commenti:

pIcIaRo ha detto...

Assurdo nn vedere in campo R. Sgrò, nn condivido questa scelta di Coach Tom... Speriamo nella prox di vederlo quantomeno convocato... E' vergognoso...

Skizzo ha detto...

Confermo, non si può lasciare in tribuna Sgrò.E' uno che da morale alla squadra e la tiene unita nei momenti di difficoltà.Io sinceramente chiederei subito le dimissioni di Mr TutanToma, TORNATENE NEL SARCOFAGO!!!!