Quickribbon Occhio su Roccella: Preoccupazioni per la stagione estiva
_@_OcchiO su Roccella _@_ Scelti per Voi: Camilla che odiava la politica - Autore: Luigi Garlando - Casa editrice: Rizzoli. - (Camilla ha dodici anni e vive in un paese di provincia insieme al fratellino e alla mamma. Il papa, in passato braccio destro del Primo Ministro, non c'è più: si è suicidato in carcere sei anni prima, dopo essere stato accusato ingiustamente di corruzione. Da allora Camilla odia la politica e tutto ciò che ha a che fare con essa. Ma un giorno in paese arriva un barbone, che prima la aiuta a ribellarsi a un gruppo di bulli della sua scuola, e poi, piano piano, le insegna che cosa sia la politica, quella vera, quella a cui il suo papa aveva dedicato tutto se stesso. E grazie a quelle lunghe chiacchierate Camilla impara a far pace con la politica e con il mondo, quello dentro di sé e quello in cui vive.)

AdnKronos News

lunedì, maggio 22, 2006

Preoccupazioni per la stagione estiva


ROCCELLA JONICA - Sorge il primo problema al depuratore consortile. Questo depuratore inaugurato nell’agosto 2005, in piena stagione capace i servire una popolazione di quaranta mila abitanti, è stato realizzato per i centri di Caulonia e Roccella che da sole contano circa quindicimila residenti ma che d’estate quantomeno raddoppiano la popolazione. Consegnato chiavi in mano con somma soddisfazione dei sindaci che fino a qualche giorno prima erano al collasso nella depurazione con infiniti problemi, probabilmente non tutti hanno fatto appieno la propria in quanto presumibilmente per la logica fretta dei pezzi indispensabili risultano mancanti. I due sindaci si sono messi a protestare dinanzi alla vasche di raccolta dei solidi peraltro al colmo delle misure in quanto in un anno non c’è mai stato prelievo da parte dell’Ufficio Emergenza Ambientale della Regione Calabria, elencando quelle serie di problemi che con questa emergenza si è colta l’opportunità di evidenziare con rischio di pregiudicare – dicono Zito e Campisi – rispettivamente sindaci di Roccella Jonica e Caulonia la imminente stagione balneare. Davanti alle stracolme “stazioni di pompaggio” che tra poco presumibilmente senza il necessario scarico subiranno qualche disfunzione, si sono ritrovati i due primi cittadino, rappresentanti dell’Ufficio Emergenza Ambientale e i tecnici della ditta costruttrice. Per lo scarico la Provincia non ha dato l’autorizzazione in quanto per lo smaltimento occorre costruire una condotta sottomarina che la Regione non ha mai realizzato. Questa sembra essere stata garantita ed anche in tempi brevi, dicono i due sindaci ma a tutt’oggi nulla è stato realizzato. Era questa una tra le promesse, da parte dell’allora Commissario Bagnato, assieme a quella di realizzare una strada di transito alle stazioni di pompaggio, mai mantenute. Durante i mesi piovosi lo “sterrato” che conduce al “Consortile” è praticamente interdetto alla circolazione con conseguente disagio nella manutenzione. In conclusione i due inscenando la protesta hanno chiesto un pronto interveto al fine di scongiurare guasti riparabili con costi superiori alla realizzazione della condotta di scarico o addirittura del tutto irreparabile, per giunta il rischio blocco provocherebbe uno scarico mare di di tutti i liquami fognari con conseguenziale scempio ambientale alla porte di questa nuova stagione estiva.

1 commento:

Anonimo ha detto...

A proposito di Estate Roccellese, sai dirmi qlcs, qlc anticipazione sul Festival Jazz?
Francesco